Ricerca la tua convenzione

Per categoria merceologica:

puoi anche affinare la ricerca:

o cercare per nome prodotto/servizio

SABATO 22 MANIFESTAZIONE NAZIONALE UNITARIA A REGGIO CALABRIA

19 Giugno 2019

Prosegue la mobilitazione di Cgil, Cisl e Uil, per dare un futuro al lavoro e chiedere al governo un cambio di passo nelle politiche economiche e fiscali, iniziata il  9 febbraio scorso con la manifestazione di Roma a piazza San Giovanni.
Il prossimo appuntamento è per sabato 22 giugno a Reggio Calabria, dove si svolgerà la manifestazione nazionale unitaria Ripartiamo dal Sud per unire il Paese per rivendicare una seria politica industriale, investimenti e rilancio del Mezzogiorno. Il corteo partirà da piazza De Nava alle ore 9.30 e raggiungerà, percorrendo Corso Garibaldi, Piazza Duomo, dove, dalle ore 11, prenderanno la parola i segretari generali di Cgil, Cisl, Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

"Manca una svolta programmatica, una visione strategica capace di affrontare il dramma di un'area del Paese, che si allontana dall'Europa sempre di più, in termini di occupazione, servizi pubblici, sanità, scuola, formazione, persino del livello di natalità". Ha detto la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan,  in vista della manifestazione di sabato, ricordando le "centinaia di vertenze aperte al Mise, molte delle quali, come Whirlpool, Ilva, Blutec, Alcoa riguardano il destino di tante famiglie del Sud. Non basta minacciare di revocare gli incentivi o convocare i tavoli - ha sottolineato la leader della Cisl. Bisogna anche indicare la soluzione, avere una strategia di politica industriale che finora non si è vista da parte del governo. Non basta fare leva sull'orgoglio del Sud, come ha fatto ieri il premier a Napoli. Conte dovrebbe innanzitutto dire cosa sta facendo il suo Governo sul Mezzogiorno perché finora abbiamo visto poco o nulla".
Lo sciopero generale? "Se il Governo continuerà a non dare risposte, a non aprire un confronto vero e costruttivo con il sindacato sarà inevitabile. Come ha più volte ricordato il Presidente Mattarella, il tema del riequilibrio territoriale deve essere affrontato strutturalmente come una 'questione nazionale'".

Documenti

Partners

Notizie dalla CISL

Caricamento in corso